I contenitori per la raccolta differenziata

Ecologia by Swapush

L’obiettivo della raccolta differenziata è quello di salvare materiali preziosi, come carta, plastica o vetro, dalle discariche per poter dare loro una nuova vita.

Come abbiamo raccontato settimana scorsa ne “La raccolta differenziata e i rifiuti: le origini” (clicca qui per leggere l’articolo), la raccolta differenziata, anche se relativamente recente, è frutto di un problema nato secoli fa.

Solo da poco ci si è resi conto del reale impatto ambientale causato da una cattiva gestione dei rifiuti. Per questo si è arrivati alla creazione del “Ciclo del Riciclo”.

Sono le persone a fare la DIFFERENZiAta!

Il cittadino ha un ruolo chiave nel processo di riciclo. È, innanzitutto, un’operazione di buon senso. Il risultato finale dipende dall’attenzione prestata nel separare correttamente i rifiuti. Questo processo, se rispettato, è in grado di proteggere l’ambiente, ridurre gli sprechi, economizzare le risorse e creare occupazione.

I contenitori della raccolta differenziata per la casa

In Italia, a differenza di altri paesi in cui questi contenitori sono assegnati dalle varie amministrazioni locali, i cittadini devono provvedere da soli. Prima di tutto è necessario organizzare vari spazi. In commercio esistono vari tipi di contenitori per la raccolta differenziata.

contenitori raccolta differenziata

Per differenziare correttamente sono necessari almeno quattro contenitori per:

  1. Indifferenziata
  2. Alluminio e vetro
  3. Plastica
  4. Rifiuti alimentari
contenitori raccolta differenziata

Ci sono diverse  possibilità per organizzare i contenitori nella propria casa. Ovviamente il fattore fondamentale è lo spazio a disposizione.
I più fortunati possono creare un angolo nella propria cucina.
In alternativa, i balconi sono una soluzione altrettanto valida. Etichette, loghi del contenuto e sacchetti di diverso colore facilitano la distinzione dei contenitori e aiutano a separare correttamente gli scarti. Diversamente possiamo comprare direttamente contenitori colorati.

Ovviamente l’argomento è molto ampio. Per questo dedicheremo i prossimi articoli ai vari rifiuti. Analizzeremo gli errori più comuni commessi inconsapevolmente. Piccole correzioni che contribuiranno a salvare il pianeta!

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*